Custom Joomla Theme by FatCow.com

LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

    Ringrazio l’Associazione Volontariato Vincenziano Gruppo incontro Biblioteca Davoli per averci chiesto di collaborare alla realizzazione di questo Convegno. Quando la Presidente Prof.ssa Angela Moraca, nel novembre dell’anno scorso, in occasione di una giornata di raccolta, ci propose di realizzare assieme un evento, abbiamo con convinzione prontamente aderito all’iniziativa in quanto va nella direzione degli scopi dell’Avis, divulgazione del dono del sangue e sensibilizzazione alla solidarietà concreta e responsabile. Parlando di sangue cordonale è stato doveroso il coinvolgimento della GADCO e della sua presidente dott.ssa Linda Pascuzzi .

    L’Avis comunque a Davoli è di casa. Sono oltre trecento i donatori Davolesi che aderisco all’Avis e che danno, periodicamente, gratuitamente ed anonimamente il sangue. Dal 1982 abbiamo realizzato tanto nel nostro territorio e nell’anno appena passato un quarto della raccolta complessiva della Comunale di Soverato è stata effettuata nelle otto giornate di raccolta organizzate in Davoli e Davoli Marina (251 unità di sangue su 1062 complessivamente raccolte).

    Oltre che con i donatori c’è un rapporto consolidato con l’Amministrazione Comunale sempre disponibile, con la Pro-loco e con l’Associazione “A Ruga e Davoli” con la quale abbiamo organizzato convegni e incontri e la cui Presidente sig.ra Monterosso pre-organizza le giornate di raccolta a Davoli Superiore, con le Scuole nei cui locali facciamo raccolte a Davoli Superiore, con il Rev.mo Don Gregorio Montillo che da anni ci segue con particolare attenzione e ci consente l’uso dei locali della Parrocchia per le donazioni, a dimostrazione che la Chiesa è sensibile a questo atto di generosità la cui grandezza è sintetizzata nelle parole rivolte ai donatori dal Beato Papa Giovanni Paolo II: “Voi non vi limitate a donare qualcosa che vi appartiene , Voi donate qualcosa di voi stessi; nella donazione del sangue c’è qualcosa che trascende l’orizzonte semplicemente umano”.   A tutti va un sentito ringraziamento ed il riconoscimento di aver contribuito ai buoni risultati dell’Avis e reso più semplice un percorso non sempre facile che dura da trent’anni, fortemente segnato dalla passione e dall’impegno per l’affermazione dell’Avis di una persona eccezionale qual è stata la compianta Maria Antonietta Macrina, Presidente Onoraria e per oltre venti anni Presidente della Comunale di Soverato. Questa consolidata sinergia, che ha consentito il raggiungimento di ambiti risultati, è segno di maturità raggiunta dagli Enti e dall’associazionismo locale e dell’alta considerazione di cui gode l’Avis nel contesto in cui opera e che il Direttivo che presiedo intende difendere e rafforzare perché va nella direzione dell’interesse della comunità civile.

    In questa sinergia, un patrimonio comune da coltivare e irrobustire, nella generosa disponibilità dei donatori, l’Avis confida in un momento che potremmo definire epocale qual è quello che stiamo vivendo caratterizzato dalla necessità di rivedere il modo di fare raccolta di sangue e di disporre di punti di raccolta a norma, dotati dei requisiti minimi previsti dall’ applicazione della normativa in materia trasfusionale. In parole povere, dal 2014 molti dei punti di raccolta non saranno più a norma e quindi la necessità di trovare soluzioni adeguate per mantenere i livelli attuali di raccolta e garantire l’autosufficienza di sangue che, per i nuovi punti di eccellenza aperti e che ci auguriamo se ne andranno ad aprire ancora e per le crescenti patologie curabili, si posiziona a livelli sempre più alti. Auspichiamo che la politica regionale abbia un approccio di maggiore considerazione verso il donatore e la raccolta di sangue e che la politica locale sia disponibile all’esigenze dell’Avis le cui finalità, attraverso la cultura della donazione di sangue, sono la promozione di stili di vita sani, della cittadinanza attiva e dell’uomo solidale: cioè cambiare in meglio la società in cui viviamo.

    (Intervento del Presidente Rocco Chiaravalloti al convegno “ la donazione del sangue del cordone ombelicale” Davoli salone parrocchiale 10 marzo 2012)