Custom Joomla Theme by FatCow.com

SALVATORE CAVALLARO PRESIDENTE AVIS SOVERATO

    Il 22 febbraioi, nei locali della nostra sede si è tenuta la 35^ Assemblea annuale. Presente Rocco Chiriano presidente di Avis Calabria, Luigi Cuomo del CSV di Catanzaro, numerose associazioni del territorio, per il Comune di Soverato Francesco Matozzo, Sara Fazzari e Christina Castanò.  Alessandro Catalano,  vice Sindaco di Satriano, ha inviato un appassionato messaggio.

    Dopo i saluti, il ringraziamento ai presenti per la partecipazione, l’osservanza di un momento di raccoglimento in ricordo dei donatori chi ci hanno lasciato nel 2016: Enzo Romeo, maestosa figura del mondo Avis,  Alfredo Anselmo e   Gabriele Formicola donatori-carabinieri, la relazione del presidente uscente Rocco Chiaravalloti ha evidenziato che l’assemblea elettiva ricade nel 35esimo anno di fondazione della nostra Comunale e nel 90esino di Avis Nazionale, due circostanze speciali che inducono ancor più a  riflettere sul modo di operare e verificare quanto l’azione sia aderente agli obiettivi statutari. Quindi ha evidenziato l’impegno profuso nell’arco di tutto il quadriennio trascorso e l’opera di adeguamento del punto di raccolta alle norme sui requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta si in. Ha messo in rilievo che la soglia delle mille unità di sangue è stata una costante che ha caratterizzato tutto il quadriennio grazie anche alla determinazione e coesione del gruppo dirigente, all’acquisizione di professionalità nella gestione e conduzione dell’associazione da parte dei componenti degli organismi associativi,  alla fidelizzazione dei donatori, alla diffusa percezione  sul territorio dell’importante  ruolo  che ricopre l’Avis. L’atavica emergenza estiva e i disastri che mettono a dura prova il sistema sangue Italia, come quello ferroviario in Puglia (18 luglio) e il terremoto in Centro Italia (24 agosto), si possono fronteggiare solo con il  coinvolgimento di un numero sempre maggiore di persone alla donazione, perché, sottolinea il presidente,  solo donando con assiduità e durante tutto l’anno si può avere sangue sicuro e disponibile in ogni momento e anche in quelli di emergenza. Per realizzare questo obiettivo anche nel  2016 l’Avis Comunale di Soverato ha promosso e ricercato la collaborazione con Enti, Istituzioni e Associazioni del nostro territorio, CSV di Catanzaro, Scuole, Arma dei Carabinieri, Amministrazioni Comunali  di Davoli, San Sostene, Satriano e Soverato-, Pro-loco  di Satriano e San Sostene, Mons.  Gregorio Montillo parroco di Davoli Marina, Dott. Antonio Matozzo medico a Satriano, Associazioni“ a Ruga e Davoli”,  Biblioteca Pubblica Davoli, Croce Rossa di Montepaone, Ali D’Aquila, Gruppo Motociclistico Soveratese, Lions Club Soverato, nella consapevolezza che dalla cooperazione si valorizza il  Volontariato, si migliora la qualità della vita, i rapporti umani quindi la società stessa.

    L’AVIS, dice il presidente,  si conferma presidio attivo di buona salute e prevenzione per la comunità e ricorda l’iniziativa  con la quale oltre 150 persone hanno potuto sottoporsi all’esame gratuito della MOC, e  altri 50 allo screening sul Glaucoma, mentre è in atto una collaborazione ad uno studio-medico scientifico a carattere sperimentale condotto dall’Università degli studi “Magna Grecia” per ampliare le conoscenze scientifiche circa gli effetti benefici e i fattori protettivi che la donazione di sangue comporta sull’apparato cardiovascolare e sul metabolismo glucidico.

    Passando ai numeri i donatori nel 2016 sono stati 735, di cui 219 donne e 547 uomini,  che hanno donato nelle 36 giornate di raccolta ben 1144 unità di sangue.La relazione traccia le linee guida per il futuro:

    Adoperarsi per la formazione di un Gruppo Giovani,  un organismo che parla il linguaggio dei Giovani e porta in Avis  istanze e le aspettative del mondo giovanile.

    Valorizzare le collaborazioni in essere  con  Enti, cittadini e Associazioni e crearne di nuove con quanti hanno a cuore la promozione della solidarietà e del be-ne comune. 

    Intensificare gli sforzi per coinvolgere il maggior numero di persone spiegando in tutti i contesti,  che la donazione di sangue non è un fatto personale ma collettivo.

    Sviluppare nuovi modelli organizzativi delle giornate di raccolta prevedendo delle raccolte infrasettimanali e sperimentare la donazione mediante la prenotazione.

    Diversi gli intervenuti, tutti a esaltare l’opera meritoria di Avis e l’invito a collaborare e rendersi utili per la società.

    L’assemblea ha eletto i componenti del nuovo Consiglio Direttivo che reggerà l’associazione fino al 2021: MANOLA BULLESI, MARIA CATERINA MENNITI, CATERINA CORAPI, CATERINA MARRA, ROCCO CHIARAVALLOTI, SALVATORE CAVALLARO, MARIO MONGIARDO, GIUSEPPE AMOROSO,GIANNA FLEMATTI, MANUELA FRUSTACI, TIZIANA NISTICO, PASQUALE PUPO, GIUSEPPINO BASILE.

    Confermato Direttore Sanitario il Dr. Antonio Nisticò e Revisore dei Conti il Rag. Carlo Corradini

    Successivamente, il nuovo  Consiglio Direttivo, convocato da Antonio Ranieri presidente del Comitato Elettorale, ha eletto all’unanimità Presidente Salvatore Cavallaro e ringraziato per il lavoro e l’impegno profuso il Presidente uscente Rocco Chiaravalloti  che  per vincolo di statuto non poteva essere riconfermato.

    Omaggiata nel corso della serata  con una targa Emilia Vatrella per il servizio prestato in Avis  quale volontaria del Servizio Civile Nazionale, mentre il socio fondatore Antonio Chiaravalloti ha regalato all’Avis una pergamena e il suo tesserino sul quale sono annotate le sue 65 donazioni.