Custom Joomla Theme by FatCow.com

Plasma iperimmune per pazienti Covid19

 
Il plasma iperimmune di pazienti guariti per sviluppare anticorpi utili a neutralizzare il virus e a ridurne la carica virale.
 
Cos'è il plasma iperimmune e chi lo può donare?
 
Il plasma iperimmune è il plasma dei pazienti che sono guariti dal Covid-19. Si chiama così per via degli anticorpi sviluppati durante il periodo di contagio del virus. Possono donarlo solo coloro che hanno un alto "titolo anticorpale", cioè un livello elevato di anticorpi specifici utili a debellare il Coronavirus.
La sperimentazione con il plasma iperimmune viene avviata sulla base di protocolli decisi dalle singole Regioni. Sono i centri ospedalieri a stabilire se un paziente guarito dal Covid-19 ha i requisiti necessari per poter donare il proprio plasma.
 
Avis non decide chi può o chi deve donare il plasma. L'associazione può fare da supporto informativo o da filtro nel raccogliere le richieste e le domande dei potenziali donatori. L'organizzazione e la gestione dei donatori di plasma iperimmune sono gestite dai centri ospedalieri abilitati alla sperimentazione.
Peraltro non tutti i pazienti guariti e gli individui che abbiano avuto contatti con il virus sviluppano gli anticorpi in egual misura ed efficacia e questo comporta una selezione particolarmente accurata dei donatori.
 
Chi può donare plasma iperimmune:
 
Uomini e donne di età compresa tra 18 e 60 anni e con peso di almeno 50 KG che hanno contratto il Covid19.
Per ogni altra informazione inviare un messaggio WhatsApp al n. 346.6958333